5 (ottimi) motivi per diventare programmatore software

Se sei un neo diplomato, o stai per conseguire un diploma di scuola superiore, e sei appassionato di informatica, tecnologia digitale, linguaggi di programmazione e per te codice e query su database sono il pane quotidiano, all’interno di questo articolo puoi scoprire 5 ottimi motivi per diventare programmatore web.

La tecnologia negli ultimi tempi ha fatto decisamente passi da gigante. A tal proposito, infatti, è interessante notare come il mondo dello sviluppo di software web-oriented abbia guadagnato un posto via via sempre più di rilievo nell’ambito delle professioni del futuro, motivo per il quale è importante cercare di accrescere approfondire le proprie competenze in questo particolare ambito.

Attraverso l’acquisizione delle giuste competenze, infatti, è possibile trovare più facilmente nel medio-breve periodo un placement nel mondo del lavoro, grazie soprattutto all’opportunità offerta dai corsi del sistema ITS.

Da un punto di vista generale, infatti, i corsi ITS si configurano sicuramente come un punto di riferimento fondamentale, grazie al quale i ragazzi neodiplomati possono trovare degli effettivi riscontri nel mondo del lavoro. Tuttavia, prima di procedere, è fondamentale capire in che modo gli ITS aiutino i ragazzi a trovare una corretta collocazione nel mondo del lavoro, così da poter fornire delle linee guida essenziali per poter orientare in maniera concreta le proprie scelte.

Perché la programmazione è così importante?

Il mondo della programmazione, da un punto di vista più specifico e circoscritto, si rivela essere una vera e propria miniera d’oro: in un contesto economico, lavorativo e sociale all’interno del quale l’informatica occupa uno spazio via via sempre più fondamentale, risulta praticamente imprescindibile formare dei ragazzi che siano in possesso di apposite competenze.

Il programmatore ha, generalmente, come task principale quello di creare e sviluppare da zero un ambiente o un’infrastruttura web, provvedendo allo sviluppo di tutta la parte relativa al coding avvalendosi di diversi linguaggi di programmazione.

In questo modo, dunque, il programmatore si configura come una figura assolutamente centrale, grazie alla quale qualsiasi progetto sviluppato su carta potrà effettivamente essere concretizzato in digitale.

Diventare programmatore, contrariamente a quanto si possa pensare, non richiede necessariamente il possesso di una laurea: grazie ai corsi ITS per programmatore web di Accademia Digitale Liguria, infatti, gli studenti entreranno in possesso di quelle competenze necessarie per dimostrare il proprio talento e conoscenza in questo contesto lavorativo.

Durante tutta la durata del corso gli studenti apprenderanno le basi fondamentali della programmazione, imparando i linguaggi più frequenti da utilizzare per sviluppare applicazioni, siti web, e-commerce e tante altre piattaforme per la gestione di contenuti digitali.

Tuttavia, prima di procedere, è importante cercare di capire perché il lavoro del programmatore sia in realtà così importante: solo in questo modo, infatti, i neodiplomati potranno avere tutte le informazioni necessarie per potersi orientare in questo mondo particolare, diventando a tutti gli effetti dei veri e propri professionisti dell’informatica.

Affinché le aziende possano diventare via via sempre più affermate nel mondo del lavoro, devono necessariamente servirsi di professionisti che siano sempre al passo con i continui progressi della tecnologia; il modo migliore affinché ciò avvenga è sicuramente quello di fare affidamento a degli studenti provenienti dai corsi di un Istituto Tecnico Superiore, che si riveleranno essere sicuramente assets fondamentali per quanto riguarda il processo di crescita delle aziende e delle imprese nel mercato del lavoro.

Cinque motivi per diventare programmatore software

Perché diventare programmatore software? Porsi questa domanda è sicuramente lecito: i motivi per i quali diventare programmatore software si configura come una soluzione professionale da non perdere sono vari.

Il primo motivo per il quale diventare programmatore software si può configurare come una scelta consona è sicuramente l’alta richiesta nel mercato del lavoro: sono tante, infatti, le aziende ad avere bisogno di questa particolare figura professionale. Sia che si tratti di sviluppare applicazioni per cellulare o che si tratti piuttosto di sviluppare un sito web, le imprese che hanno bisogno di tali figure professionali sono decisamente tante.

Il secondo motivo è legato all’aspetto economico: un programmatore, infatti, può guadagnare sia tramite uno stipendio fisso erogato da un’azienda, sia come consulente o libero professionista. Un programmatore, infatti, può anche mettere a disposizione del mercato del lavoro le proprie competenze come freelance, in modo da essere ingaggiato da soggetti diversi, ovvero da committenti diversi, per la realizzazione di uno o più  progetti.

Il terzo motivo è la comodità: tale figura professionale, infatti, può lavorare tranquillamente anche da casa, o da qualsiasi altro luogo. Il programmatore infatti può personificare lo smart working per eccellenza: è sufficiente un computer abbastanza potente e una buona connessione ad Internet e sarà possibile lavorare senza spostarsi minimamente da casa, organizzando di conseguenza il proprio tempo nella maniera più personale possibile.

Il quarto motivo è legato alla sensazione di cambiamento che si respira con questo particolare lavoro: grazie ad esso, infatti, il programmatore non smetterà mai di imparare, ritrovandosi “costretto” a doversi aggiornare continuamente per poter tenere il passo dell’evoluzione tecnologica al fine di migliorare ed accrescere competenze e conoscenze. La tecnologia è un modo in continua effervescenza, motivo per il quale ogni programmatore deve essere sempre aggiornato sui nuovi linguaggi di scripting, formattazione e  programmazione, sui framework di sviluppo di architetture web-based e sulle infrastrutture basate su dati.

Il quinto motivo riguarda la sfera prettamente personale: attraverso questo lavoro, infatti, il programmatore avrà la possibilità di poter stringere nuove amicizie, interagire con tanti altri professionisti del settore e lavorare per grandi aziende, la cui collaborazione si rivelerà essere fondamentale per quanto riguarda la propria crescita personale e professionale.

In definitiva, quindi, diventare programmatore si rivela essere una scelta vincente, decisamente interessante e anche conveniente. Grazie ai corsi ITS per programmatore web erogati da Accademia Digitale Liguria, infatti, ad ogni studente verranno fornite tutte le informazioni necessarie per poter affrontare il mondo del lavoro nel migliore dei modi possibile, attraverso soprattutto stage presso aziende che coprono il 30% del periodo di studi previsto. In questo modo, infatti, gli allievi avranno la possibilità di confrontarsi in modo diretto con il mondo del lavoro, con la possibilità di mettere alla prova, in maniera concreta, quanto appreso lungo il percorso formativo del corso ITS.