Competenze sistemista hardware/software: cosa richiedono le imprese?

Il web sta conoscendo una serie di cambiamenti fondamentali che richiedono il possesso di diverse competenze importanti per poter affrontare nuove sfide ed opportunità nel miglior modo possibile. Uno dei profili maggiormente ricercati è quello del sistemista hardware/software. E se ti stai chiedendo quali nello specifico, siano le competenze di un sistemista hardware/software che le imprese richiedono, in questo articolo troverai utili informazioni sull’argomento, con una particolare attenzione ai percorsi formativi che ti possono consentire di costruire o integrare la tua formazione e professionalità di sistemista hardware/software.

Tuttavia, come spesso accade in questi casi, non è raro che il mercato del lavoro si ritrovi in una condizione di squilibrio totale: da un lato, infatti, vi sono molteplici offerte lavorative, mentre dall’altro lato non ci sono professionisti adeguatamente formati per intraprendere questo genere di professione.

A tal proposito, quindi, risulta fondamentale cercare di sopperire quanto più possibile a questo genere di problematica, ponendo in essere tutte le strategie necessarie per fornire le giuste competenze agli studenti interessati, soprattutto dopo il conseguimento del diploma di scuola secondaria. Spesso e volentieri, infatti, i neodiplomati si trovano in situazione di difficoltà una volta terminati gli studi, non sapendo quale sia la strada migliore da intraprendere. In questo caso, i percorsi formativi ITS giocano un ruolo fondamentale in questo specifico ambito.

Quali sono le specifiche competenze di un sistemista hardware/software?

Da un punto di vista generale, un sistemista hardware/software è una particolare figura professionale impiegata nell’ambito delle tecnologie ICT. Entrando più nello specifico, invece, un sistemista hardware/software si occupa sostanzialmente di operare nell’ambito hardware e software, accertandosi che i diversi componenti e dispositivi siano sempre funzionanti e in grado di garantire una piena operatività.

Come è facilmente intuibile, un prerequisito per una professione come quella del sistemista hardware/software è ad esempio, il possesso di una serie di competenze tecniche ed informatiche di base, in assenza delle quali sarebbe problematico lo svolgimento di compiti tecnicamente complessi.

Riveste quindi una fondamentale importanza saper scegliere un adeguato percorso formativo: affidarsi ai corsi ITS promossi da Accademia Digitale Liguria, un modo sicuro e soprattutto gratuito, per accrescere le proprie competenze, interfacciandosi con maggior consapevolezza con il mondo del lavoro, mettendo alla prova il proprio talento e valorizzando quanto più possibile la formazione ricevuta durante i due anni di percorso formativo, con lezioni in aula/laboratorio e stage in azienda.

Tra le competenze del sistemista hardware/software devono figurare senza ombra di dubbio un’ottima conoscenza del funzionamento e della configurazione dei principali ambienti e piattaforme web, la conoscenza dell’architettura dei sistemi hardware, la capacità di individuare e risolvere problemi sintattici o comunque legati al funzionamento dei diversi applicativi informatici.


E’ poi molto importante considerare il ruolo che ricopre la sicurezza informatica è molto importante: in un mondo dove quotidianamente vengono immessi milioni di dati sensibili, infatti, è quanto mai opportuno fare tutto il possibile affinché questi non vengano utilizzati per scopi illegali. Il sistemista hardware/software deve fare in modo che ogni informazione immessa sia sempre al sicuro da eventuali attacchi da parte di hacker esterni o di criminali informatici di varia natura.

Un sistemista hardware/software, inoltre, deve conoscere anche in modo meticoloso il funzionamento di ogni singolo sistema operativo, così da sapere sempre come intervenire nel miglior modo possibile, risolvendo ogni eventuale bug e malfunzionamento.

Quali strumenti utilizza un sistemista hardware/software?

Così come qualsiasi professionista ha i suoi strumenti del mestiere, allo stesso modo un sistemista software ha il proprio bagaglio di esperienza e competenza da adoperare quotidianamente per poter svolgere i suoi compiti. Il sistemista hardware/software, infatti, utilizza diversi linguaggi di programmazione a seconda di ogni specifica esigenza.

Oltre a dover padroneggiare perfettamente i linguaggi di programmazione, un sistemista hardware/software deve anche svolgere controlli quotidiani attraverso i quali monitorare siti, applicazioni e piattaforme web per garantirne il miglior funzionamento possibile.

Attraverso i percorsi didattici biennali ITS promossi da Accademia Digitale Liguria, dunque, uno studente avrà la possibilità di potersi addentrare in questa professione così affascinante, ottenendo così tutte le competenze e le conoscenze necessarie per lavorare come sistemista hardware/software. In questo modo, potrà trovare nel breve periodo, una collocazione nel mondo del lavoro, spesso a corto di figure altamente specializzate.

Perché scegliere i Corsi ITS per diventare sistemista hardware/software?

Scegliere un corso di formazione ITS significa, innanzitutto, effettivamente avere la possibilità di entrare nel mondo del lavoro. A differenza delle università, infatti, i corsi del sistema ITS offrono la possibilità unica di poter fare oltre 800 ore di tirocinio presso aziende, imprese o enti convenzionati, dando così l’opportunità agli studenti di poter provare un’esperienza lavorativa in una vera azienda, comprendendo così le responsabilità cui ogni profilo professionale deve essere in grado di rispondere per svolgere il lavoro con professionalità.

Inoltre, i percorsi di formazione superiore del sistema ITS sono in contatto diretto e continuo con il mondo del lavoro: contrariamente a quanto si possa pensare, infatti, gli studenti appena diplomati riescono immediatamente ad inserirsi nel mondo del lavoro, senza incontrare particolari difficoltà e soprattutto in tempi rapidi.

L’80% degli studenti che hanno frequentato i corsi ITS di Accademia Digitale Liguria, infatti, hanno trovato un impiego entro sei mesi, mettendo così definitivamente a frutto quanto si è appreso durante il biennio formativo. Attraverso un costante processo di fidelizzazione tra sistema ITS e aziende, infatti, gli studenti hanno la possibilità di trovare immediatamente un lavoro, grazie soprattutto alla continua ricerca di figure altamente specializzate nel mondo del digitale, con particolare riguardo alle competenze necessarie per un profilo come quello del sistemista hardware/software.