Competenze programmatore web: le abilità richieste dalle aziende

Il programmatore web è una figura professionale molto ricercata dalle imprese che hanno intenzione di operare in rete e che vogliono avere l’occasione di svolgere anche un’attività digitale. Scopriamo insieme quali sono le mansioni e le specifiche competenze del programmatore web.

Chi è il programmatore web

Prima di parlare delle competenze del web developer, è importante fare una breve descrizione della figura interessata. In particolare si fa riferimento a una figura professionale che ha il compito di progettare, sviluppare e gestire le pagine del sito di un’azienda. Il suo compito è quello di operare con i vari linguaggi di programmazione informatica, affinché le pagine del sito siano in grado di offrire elevate prestazioni, sia in termini di User experience che in termini di velocità e visibilità sui principali motori di ricerca.

Inoltre il programmatore web effettua dei controlli continuativi finalizzati alla manutenzione del sito per valutare se questo funziona correttamente ed eventualmente risolvere tutti i vari bug e problemi che caratterizzano pagine e applicazioni online. Proprio per tali motivi è fondamentale sapere quali sono le specialistiche competenze del programmatore web e le abilità richieste.

Le competenze tecniche del programmatore web: linguaggi di programmazione, ambienti di sviluppo e inglese

La prima e principale competenza richiesta ad un programmatore web è quella relativa alla conoscenza dei linguaggi, informatici e non solo, che consentono al professionista di poter svolgere tutti i diversi compiti che gli vengono assegnati.

Per esempio la conoscenza del linguaggio HTML, di Python e Java, che assieme alla conoscenza dei principali framework di sviluppo web, delle piattaforme e-commerce, dei Content Management Systems costituiscono la knowledge base imprescindibile che permette di sviluppare in ambito web: tutto questo deve essere padroneggiato da parte di un programmatore web. In tal modo questa figura potrà essere in grado di rispondere adeguatamente a tutte le richieste che vengono poste da parte dei clienti.

Come per la realizzazione di software, anche tra le competenze richieste al programmatore web spicca la conoscenza completa degli ambienti di sviluppo di una infrastruttura online. Ovvero la progettazione di software per la realizzazione di applicazioni web che aggrega strumenti di sviluppo comuni in un’unica interfaccia utente grafica.

Ovviamente non deve assolutamente mancare la conoscenza della lingua inglese. In primis perché è la lingua maggiormente utilizzata non solo nell’ambito lavorativo, ma anche nel mondo del web. Inoltre, gli stessi linguaggi di programmazione necessitano dell’inserimento di comandi in lingua inglese con le rispettive abbreviazioni. Pertanto questa lingua deve essere conosciuta a livello intermedio qualora tu abbia intenzione di seguire un percorso formativo e lavorativo come programmatore web.

Capacità di analisi e problem solving: competenze fondamentali per il programmatore web

Un’altra competenza importante che deve essere posseduta da parte del programmatore web è la capacità di effettuare tutte le analisi grazie alle quali è possibile pianificare le fasi di lavoro che devono riguardare lo sviluppo di una architettura web.

Saper impostare tutte le mansioni che devono essere svolte, capire quali sono i problemi che si possono riscontrare e soprattutto avere pronte le soluzioni: sono queste le fasi di analisi progettuale che devono essere svolte da un programmatore web professionale.

Alla capacità di analisi va affiancata anche quella del problem solving, ovvero riuscire effettivamente a trovare la soluzione più adeguata per il singolo problema riscontrato, in modo da evitare problematiche e complicazioni serie ai workflow lavorativi aziendali.

Le soft skill del programmatore web

Non solo competenze tecniche: un buon web developer deve possedere un bagaglio di cosiddette soft skill che gli permettano di contraddistinguersi ed essere in grado di svolgere perfettamente la mansione lavorativa che gli viene affidata.

Tra di queste vi è la capacità di cooperare con altri professionisti, quali: lo sviluppatore dei contenuti del sito, chi si occupa dell’aspetto grafico e tutte le altre figure che vengono coinvolte nel progetto.

Inoltre la capacità di saper interagire con il cliente e fare in modo che tutte le varie esigenze vengano capite, tradotte e processate all’interno di un progetto, rientra tra le capacità che deve possedere chi progetta e programma infrastrutture web. Pertanto è fondamentale anche avere quelle conoscenze e capacità trasversali che spesso vengono ignorate ma che qui assumono una grande importanza.

Quali sono gli studi che un programmatore web deve seguire

Il programmatore web, affinché possa apprendere tutte le principali competenze prima descritte, deve necessariamente seguire dei percorsi di studio specialistici che gli permettono di essere operativo e svolgere tutte le mansioni che gli vengono richieste.

Un’ottima opportunità è rappresentata dai corsi di alta formazione promossi da Accademia Digitale Liguria, che permettono di acquisire i concetti fondamentali della programmazione ma, allo stesso tempo, anche di avere una elevata padronanza degli aspetti pratici indispensabili in ambito informatico. Durante il percorso di studio biennale (gratuito) verranno appresi lo sviluppo in ambienti lavorativi specifici, la conoscenza dei linguaggi e la capacità di personalizzare ogni singolo intervento padroneggiando tutte le conoscenze teoriche e pratiche che riguardano la professione di web developer.

Inoltre, grazie a docenti professionisti e provenienti dal settore web, con una collaudata metodologia didattica, i corsi ITS per diventare web developer garantiscono un apprendimento graduale e completo della materia, strettamente connesso ai nuovi trend e alle richieste del mercato. Intraprendere un percorso formativo post diploma con Accademia Digitale Liguria significa costruire un profilo professionale di competenze indispensabili per un inserimento rapido e qualificato nel mondo del lavoro e altamente ricercato dalle aziende, sia a livello nazionale che internazionale. Al termine degli studi infatti, gli studenti conseguono il “Diploma di Tecnico Superiore” con la certificazione delle competenze corrispondenti al V livello del Quadro europeo delle qualifiche – EQF.